Farmacia Online

Catalogo prodotti

Ricerca avanzata

chiudi

Medicina Alternativa

Questa farmacia è storicamente coinvolta nel ricercare nuovi medicamenti non convenzionali quando i medicinali tradizionali non riescono a soddisfare le esigenze del paziente.

Apparato Digerente
Carciofo
Carciofo
Cynare scolymus L.
CHIUDI
Descrizione e Origine Erbacea perenne robusta che raggiunge l'altezza di 2m. Foglie grandi, composte, di colore verde giogio-argenteo, cospicue teste fiorali di colore porporino. Si tratta del comune ortaggio di cui tuttavia a scopo alimentare si mangiano i fiori non ancora sbocciati, e a scopo medicinale le foglie. Originario dell'Europa, ora ampiamente coltivato. Parte Usata Foglie Principi attivi di riferimento Acidi caffeilchinici, quali acido clorogenico. Attività principali Epatoprotettore, tonico epatico, coleretico, colagogo, amaro tonico, ipocolesterolemico, diuretico, depurativo. Uso Disturbi digestivi (quali mal di stomaco, nausea, sensazione di sazietà, flatulenza) e disturbi epatobiliari. Coadiuvante di una dieta povera di grassi nel trattamento delle displidemie (colesterolo e trigliceridi elevati) da lievi a moderate.
Carbone Vegetale
Carbone Vegetale
CHIUDI
Descrizione e Origine Carbone ottenuto da legno dolce come tiglio, pioppo o salice. Se ne ricava una polvere nera, leggera, inodore ed insapore. Attività principali Attività adsorbente. Il Carbone ha una elevata capacità di assorbire diverse sostanze dal tratto digerente. Uso La polvere di Carbone vegetale si impiega nelle dispepsie gastrointestinali, con prevalenza di fermentazioni e formazione di gas, nelle diarree di varia natura. Può essere utile anche nel caso di alito cattivo dovuto a difficoltà digestive.

Apparato Respiratorio
Echinacea
Echinacea
Echinacea Pallida
CHIUDI
Descrizione e Origine Erbacea perenne con fusti corti e non ramificati, foglie strette in rosetta basale. Il sottile stelo fiorale può essere alto fino ad un metro e porta un singolo capolino con petali (fiori ligulati) porpora chiaro e ricadenti. Originaria degli Stati Uniti, oggi ampiamente coltivata. Parte Usata Radice Principi attivi di riferimento Derivati caffeoilici quali echinacoside, olio essenziale, ed altri composti. Attività principali Immunomodulante (sostiene l'attività del sistema immunitario), antinfiammatoria. Uso Come coadiuvante e nella prevenzione delleinfezioni ricorrenti del tratto respiratorio superiore (es. raffreddore, mal di gola etc.).
Aglio
Aglio
Allium sativum
CHIUDI
Descrizione e Origine Erbacea perenne con foglie carnose di colore verde-grigio, teste fiorali arrotondate. La parte sotterranea è formata da numerosi piccoli bulbi (bulbilli) che crescono in gruppo a formare la ben nota "testa di aglio". E' di origine mediorientale e dell'Asia centrale. Parte Usata Bulbilli (spicchi) Principi attivi di riferimento Numerosi composti solforati responsabili del caratteristico odore. Tra questi l'alliina (1%) la quale in presenza dell' enzima allinasi (liberato dai tessuti cellulari quando si schiaccia l'aglio) viene convertita in allicina, uno dei principali principi attivi. Attività principali Ipolipemizzante, espettorante, antisettico, leggero ipotensivo, antiossidante. Uso Benefico in generale per la circolazione soprattutto come preventivo dei fenomeni aterosclerotici. Può contribuire a mantenere bassi i grassi nel sangue. Usato tradizionalmente nelle infezioni delle prime vie aeree e nelle affezioni catarrali.

Sistema Nervoso
Valeriana
Valeriana
Valeriana officinalis L.
CHIUDI
Descrizione e Origine Erbacea perenne eretta, con rizomi striscianti aromatici, radici abbastanza carnose, fusto vuoto, foglie composte e piccoli fiori bianchi o rosa disposti in grappoli dalla sommità appiattita. Originaria dell'Europa e dell'Asia, mentre è naturalizzata nel nord America. Parte Usata Rizomi e radice Principi attivi di riferimento Olio essenziale, contenente in particolare l'acido valerenico. Attività principali Rilassante, spasmolitica. Uso In generale per ridurre la tensione nervosa e nella difficoltà ad addormentarsi.
Passiflora
Passiflora
Passiflora incarnata
CHIUDI
Descrizione e Origine Pianta rampicante, perenne, ramificata. Con foglie lobate, alterne e lungamente picciuolate. I fiori, di 4-6 cm, sono caratteristici con cinque petali ed una corona di filamenti di colore rosso violaceo. E' frequente nelle regioni meridionali dell'America del Nord e del Messico. In Italia è coltivata. Parte Usata Parte aerea Principi attivi di riferimento Flavonoidi come la vitexina e la isovitexina. Attività principali Rilassante. Uso Difficoltà ad addormentarsi, irrequietezza, irritabilità, tensione nervosa.

Circolazione e benessere, sistema cardiovascolare
Centella
Centella
Centella asiatica
CHIUDI
Descrizione e Origine Erbacea strisciante, perenne, di luoghi umidi, fusti sottili, foglie semplici ed arrotondate, fiori incospicui. Originaria della fascia pantropicale si trova in ampie parti dell'Africa, Madagascar, nord e sud America, Asia e Australia. Parte Usata Parti aeree Principi attivi di riferimento Saponine triterpeniche quali asiaticoside, e madecassicoside con il loro rispettivi agliconi: acido asiatico e acido madecassico. Diversi polifenoli e composti ad attività antiossidante. Attività principali Trofodermica, protegge i capillari, combatte il gonfiore alle gambe (antiedemigena), tonica nervina. Uso Gambe pesanti, cattiva circolazione venosa, cellulite, come tonico cerebrale (importante uso tradizionale nella medicina ayurvedica).
Biancospino
Biancospino
Crataegus monogyna
CHIUDI
Descrizione e Origine La specie Crataegus comprende arbusti e piccoli alberi (fino a 10 cm), con foglie lobate, e rami spinosi. I fiori sono bianchi e tipicamente rilasciano dei particolari composti denominati ammine che fungono da attrattori per gli insetti impollinatori. Ai fiori seguono dei frutti rossi. E' originario dell'Europa e dell'Asia. Parte Usata Sommità fiorite Principi attivi di riferimento Procianidine di cui le più importanti sono le procianidine oligomeriche (circa 3%), flavonoidi quali vitexina ed iperoside. Attività principali Protettivo del cuore e della circolazione, antiossidante, ipotensivo, rilassante. Uso Disturbi cardiovascolari di origine nervosa. Supporta e protegge le funzioni cardiache e circolatorie. Nella tendenza alla pressione alta. Quale rilassante. In generale come protettivo dell'apparato cardiovascolare.

Articolazioni, dolore, infiammazioni
Artiglio del diavolo
Artiglio del diavolo
Harpagophytum procumbens
CHIUDI
Descrizione e Origine Erbacea perenne con fusti striscianti che si originano da una spessa radice primaria dalla quale si dipartono radici secondarie tuberiformi. Foglie verde-grigio irregolarmente lobate, e fiori tubulari gialli e violetti. I frutti sono tipicamente provvisti di spine e sono la causa del singolare nome della pianta. Originaria del sud Africa. La maggior parte della droga deriva da raccolta spontanea, ma sono in corso colture sperimentali. Fu per la prima volta introdotta in Europa nel 1953. Parte Usata Le radici secondarie tuberiformi Principi attivi di riferimento Glucosidi iridoidi tra cui il principale è l'arpagoside. Attività principali Antinfiammatorio, antireumatico, debolmente analgesico, tonico-amaro. Uso Artrosi, dolore articolare, osteoartriti, mal di schiena. Per stimolare la digestione e l'appetito in virtù dei principi attivi fortemente amari.

Apparato urinario
Uva ursina
Uva ursina
Arctostaphylos uva-ursi
CHIUDI
Descrizione e Origine Piccolo arbusto sempreverde tappezzante. Le foglie sono coriacee, tonde-ovali. Porta gruppi di fiori con i petali bianco-verdastri o rosati. I frutti sono rossi, lucidi. Si trova prevalentemente nel Nord Europa dov'è più o meno comune. In tutta Italia risulta una specie relativamente rara sulle Alpi e rarissima sull'Appennino. Parte Usata Le foglie Principi attivi di riferimento Uno dei composti più importanti è l'arbutina, sono presenti anche quantità rilevanti di tannini. Attività principali Diuretico, antisettico delle vie urinarie, astringente. Uso Infezioni del tratto urinario inferiore (cistiti) senza complicazioni.

Linea, sovrappeso
The verde
The verde
Camelia sinesis
CHIUDI
Descrizione e Origine Un grande arbusto che di norma viene tagliato ad 1,5 m per facilitare le raccolta; foglie lucenti, fiori bianchi. Originaria dell'Asia meridionale ed orientale. Si ottengono commercialmente tre tipi di the: il the nero (fermentato ed essiccato), il the verde (trattato col calore e rapidamente essiccato), il the oolong (semifermentato). La fermentazionbe è dovuta a diversi processi di ossidazione che cambiano il colorre del the, la sua composizione e il suo aroma. Parte Usata Le foglie Principi attivi di riferimento Caffeina (circa 2-4%), altre metilxantine, e fino al 30% di composti fenolici quali ad esempio l'epigalocatechingallato. Attività principali Stimolante (per la caffeina e le metilxantine), antiossidante (per i polifenoli), diuretico. Uso Come stimolante. Nel sovrappeso, nella ritenzione idrica, come antiossidante per ridurre gli effetti negativi dei radicali liberi.

Pelle, unghie, capelli
Bardana
Bardana
Arctium lappa
CHIUDI
Descrizione e Origine Robusta erbacea biennale (può raggiungere 1,5 m) con larghe foglie. Teste fiorali porporine e arrotondate che sono circondate da piccoli uncini (brattee) che li fanno attaccare facilmente ai vestiti. E' originaria dell'Europa e successivamente è stata introdotta nel nord dell'Asia e nel nord America. Parte Usata La radice Principi attivi di riferimento Olio essenziale, composti acetilenici, acidi fenolici tra cui gli acidi caffeilchinici. Attività principali Depurativa, diuretica blanda, lassativa blanda. Uso Usata tradizionalmente come depurativo, prevalentemente in caso di irratazioni ed eruzioni cutanee (es. acne, foruncoli, dermatiti), secondariamente anche come depurativo coadiuvante in caso di reumatismi.

Depurazione e sostegno, funzionalità del fegato
Tarassaco
Tarassaco
Taraxacum officinale
CHIUDI
Descrizione e Origine Erbacea perenne con radice carnosa a fittoner e foglie tipicamente dentate, disposte a rosetta. Capolini fiorali gialli solitari su steli non ramificati e vuoti. I piccoli semi sono dotati di caratteristico pappo a forma di paracadute per facilitarne la dispersione con il vento. Originario dell'emisfero boreale. Parte Usata Radice Principi attivi di riferimento Diversi lattoni sesquiterpenici, diversi glucosidi, derivati dell'acido caffeico, potassio. Attività principali Diuretico, coleretico, leggero lassativo, antireumatico. Uso Recupero della funzionalità epatica e biliare, dispepsia, inappetenza. Come depurativo generale, nella ritenzione idrica, dispepsia disturbi della pelle ed articolari.

Metabolismo
Fieno greco
Fieno greco
Trigonella foenum-graecum
CHIUDI
Descrizione e Origine Piccola erbacea annuale (fino a 0,5 m) con foglie trifogliate, fiori gialli incospicui nell'ascella fogliare. I frutti sono lunghi e sottili, spesso incurvati. I semi di 3-5 mm. Originaria della regione del mediterraneo, Africa nord-orientale ed Asia occidentale. Ampiamente coltivata. Parte Usata I semi Principi attivi di riferimento Saponine steroidee. Polisaccaridi mucillaginosi composti prevalentemente da galattomannano. Trigonellina. Olio volatile. Attività principali Ipoglicemizzante, ipocolosterolemizzante, demulcente, nutritivo. Uso Nel controllo della glicemia, inappetenza, come coadiuvante nel controllo della ipercolesterolemia da lieve a moderata.

Ciclo femminile, menopausa
Enothera
Enothera
Oenothera biennis
CHIUDI
Descrizione e Origine Erbacea biennale con foglie in rosetta basale nel primo anno ed uno stelo fiorale che può raggiungere 1,5 m nel secondo anno. I fiori ampi, gialli e tubulari si aprono la sera e sono impollinati dalle falene. I semi sono numerosissimi e formatisi in capsule oblunghe. E' originaria del nord America. Parte Usata L'olio estratto dai semi Principi attivi di riferimento L'olio è ricco di acidi grassi essenziali: circa 8-14% di gammalinoleico e 60-80% linoleico. Attività principali Gli acidi grassi polinsaturi sono componenti fondamentali delle membrane cellulari e importanti precursori di molte sostanze che agiscono come modulatori delle biologiche quali prostaglandine, leucotrieni etc. Uso Integrazione dietetica di acidi grassi esenziali. Sindrome premestruale. Dermatiti.

Altro
Mirtillo
Mirtillo
Vaccinium myrtillus
CHIUDI
Descrizione e Origine Piccolo arbusto (fino a 0,8 m) con piccole foglie dentate, fiori bianchi a forma di campana, e bacche blu porpora. E' originario delle regioni fredde temperate dell'emisfero nord. Comune in Europa, ma anche in Asia e nord America. Parte Usata Bacche Principi attivi di riferimento Antocianine (esprimibili come delfinidina cloruro). Attività principali Vasoprotettivo, antiedemigeno, antiossidante, antinfiammatorio, astringente. Uso Trattamento coadiuvante nei disturbi venosi (gambe pesanti, vene varicose). Coadiuvante nel trattamento della diarrea. Come antiossidante. Utile per il benessere della vista.
189

Contatti

Tel. +39 0871.560715 ordini@farmaciabrunori.it Contattaci per dubbi o chiarimenti.
Per ordini superiori a 69.99 €
Presente su TrovaPrezzi Presente su ShoppyDoo
powered by nexteam - Ecommerce Farmacie
chiudi

Prodotto aggiunto nel carrello!
Scegli se andare alla cassa per completare l'ordine o proseguire con gli acquisti.

Torna al Catalogo
Vai alla cassa